Il Bonus Mobili anche con Bonifico ordinario!

E’ stata introdotta per il consumatore la possibilità di usufruire dei #bonus fiscali legati all’arredamento anche pagando tramite bonifico ordinario.

Per i negozi di #arredamento si tratta di una novità molto rilevante in quanto tale opzione di pagamento consente di evitare la ritenuta dell’8% prevista dal bonifico c.d. “parlante”, che per molte aziende ha generato problemi in termini di liquidità e di costante posizione di credito d’imposta nei confronti dell’erario.

Ecco la novità di tipo procedurale recentemente introdotte dalla Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 7/E del 31 marzo 2016 avente ad oggetto: “Interventi di ristrutturazione edilizia – bonus mobili giovani coppie”. In particolare l’articolo 2.4 – Adempimenti, specifica che:
“Per la fruizione della detrazione [bonus arredi giovani coppie] è necessario che il pagamento sia effettuato mediante bonifico o carta di debito o credito. In particolare, se il pagamento è disposto mediante bonifico bancario o postale non è necessario utilizzare il bonifico appositamente predisposto da banche e Poste s.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia (bonifico soggetto a ritenuta). Si ritiene, peraltro, per motivi di semplificazione, che tale modalità di pagamento possa essere utilizza anche per le spese che danno diritto al c.d. “bonus mobili e grandi elettrodomestici”. Sono, quindi, superate le precedenti indicazioni fornite con la Circolare n. 29/E del 2013, par. 3.6, con riferimento all’utilizzo del citato bonifico soggetto a ritenuta.”