Franke implementa la gamma in collaborazione con Lapitec®

Franke implementa la gamma in collaborazione con Lapitec® con con quattro finiture e 10 colori

Nuova collaborazione fra due importanti marchi della #cucina internazionale. #Franke e #Lapitec® – La pietra sinterizzata naturale al 100%, materiale privo di resine e derivati dal petrolio.

La novità si chiama Franke Stone by Lapitec® con Quattro finiture e dieci colori per una bellezza esclusiva

I piani lavoro Franke sono disponibili in quattro finiture che offrono diverse esperienze tattili, mantenendo a livelli altissimi l’usabilità della #cucina. Dune ricorda la sabbia del deserto e il fascino della pietra spaccata tipico dell’ardesia; Vesuvio è una superficie più strutturata, con un effetto sabbiato e spazzolato, dove l’aspetto di un granito fiammato riduce la scivolosità della superficie; Satin esprime un’eleganza raffinata e una percezione molto simile alla seta; Lux esalta e amplifica in modo naturale e delicato la luminosità degli ambienti.

I dieci colori disponibili coprono tutta la palette cromatica e permettono di armonizzare il piano #cucina con tutti gli spazi domestici e con ogni stile estetico. Artico, Bianco Polare, Tabacco, Moca, Ebano, Grigio Cemento, Grigio Piombo, Nero Antracite, Arabescato Perla e Arabescato Corallo sono le cromie: dieci possibilità per creare una #cucina che sa emozionare.

Franke Stone by Lapitec® è la sintesi perfetta fra ingegno ed elementi naturali. Il processo di produzione brevettato, inoltre, assicura una grande resistenza meccanica del materiale e permette di avere lastre di grandi dimensioni (1500×3365 mm) disponibili in tre spessori calibrati da 12, 20 e 30 mm. Queste caratteristiche consentono di ridurre al minimo le giunture e di realizzare piani #cucina eleganti e raffinati. Il Franke Stone by Lapitec®, inoltre, è resistente agli acidi, al calore ed è inalterabile dai raggi UV, antibatterico, antimacchia e facilmente pulibile: qualità che lo rendono un materiale ideale per le applicazioni in #cucina, dove bellezza e usabilità devono essere sullo stesso livello.